Staccare la spina: una guida salva-vacanze per i marketer

Gli Americani parlano di digital detox, noi più semplicemente di staccare la spina. Chiamalo come vuoi, ma l’estate è arrivata, implacabile, con il suo vento caldo, la sua scorta interminabile di zanzare e prove costume fallite. È giunto il momento di iniziare almeno a pensare alle ferie o, per i più fortunati, di partire per una vacanza.

Lavorare in un’agenzia di marketing digitale ci abitua a ritmi molto frenetici e a non poter fare a meno della tecnologia ogni giorno della nostra vita, 24 ore su 24. Viene dunque da chiedersi: come staccare la spina per davvero durante le nostre agognate vacanze, evitando di portarsi dietro lavoro, pensieri negativi, brutte abitudini, finendo così per non apprezzare quei pochi giorni di relax concessi?

[Tweet “#Marketer! Ricorda di staccare la spina durante le #vacanze”]

Niente paura, siamo qui per te. Ecco una lista di consigli da seguire alla lettera per staccare la spina ed evitare di finire con la testa nella sabbia, piantati in asso dal partner o dagli amici, stanchi del tuo essere always connected.

Relax everybody … take it easy!

1. Social media manager

Sì, proprio tu sei quello che necessita più di tutti di darci un taglio con questa tecnologia e con tutto questo comunicare con il mondo. È arrivato il momento di stare in silenzio! Nonostante ti senta un po’ come San Pietro e tieni in mano le password per accedere al regno di Facebook & co., quest’estate fatti un regalo: non passare la tua vacanza a spiegare al cliente che la pagina Facebook non può postare solo gattini per prendere più like. Trattieniti dalla tentazione di voler condividere foto, status e fare dei live dei tuoi viaggi. Seppellisci il tuo smartphone sotto tre metri di bagnasciuga e dimenticalo lì: le notifiche possono aspettare.

2. SEO specialist

Ottimizzare, ottimizzare, ottimizzare. Questo è il tuo mantra. Essere primi su Google, il tuo unico obiettivo. Anche per te un consiglio per staccare la spina: la sola preoccupazione che dovrai avere quest’estate sarà quella di arrivare primo sotto l’ombrellone. Di classifica da scalare ci sarà esclusivamente quella per vincere il titolo di abbronzatura perfetta; le sole parole chiave che dovrai digitare su Google saranno: «vacanza ai Caraibi».

staccare-la-spina-blog-1

3. Sales manager

Puoi anche fare a meno di emettere un contro-offerta per rilanciare sul prezzo della grattachecca in spiaggia, che dici? No, non è neanche il caso di stare a contrattare sul costo del materassino. Capiamo che nella tua agenzia di marketing digitale sei molto apprezzato per la tua capacità di raggiungere nuove lead e chiudere contratti, ma procacciare potenziali clienti sul bagnasciuga può essere considerato molesto. Per una volta, comportati tu da cliente e lasciati coccolare.

4. Graphic designer

Proprio non riesci a non pensare a linee, forme, colori e texture vero? La tua mente è una fonte di creatività incessante! Onde evitare di discutere anche sul design dell’ombrellone da acquistare per la spiaggia, dai sfogo al tuo desiderio irrefrenabile di creare e dilettati nelle costruzioni con la sabbia: castelli e piste per le biglie saranno ciò che ti salverà. Al ristorante ricorda: mangia e non giudicare. Basta disquisire con il cameriere sulla grafica dei menù che ti ha portato. Ma soprattutto, non te la prendere sei il tuo vicino di lettino è un amante del Comic Sans!

5. Account manager

Per te solo una regola dovrebbe bastare: assicurati che nel posto dove andrai non ci sia neanche una cabina telefonica o uno straccio di connessione internet. Ogni mattina, al risveglio, chiudi gli occhi ripeti a te stesso: «il cliente non esiste. Il suo account non esiste. Il cliente non esiste. Il suo account non esiste». L’unico task che dovrai completare sarà quello per prenotare le tue vacanze. In ultimo, non dimenticarti di dare il numero sbagliato a tutti i contatti di lavoro.

6. Stagista

Staccare la spina? Chissà se tu ne avrai di ferie! Beh, nel caso dovessi rientrare tra i pochi privilegiati, l’unico grande consiglio per te per staccare la spina è il seguente: metti da parte la corda che avevi già legato al sasso e recupera la tua vita sociale. Sì esatto, quella che hai chiuso nel dimenticatoio da quando hai iniziato a sgobbare in attesa di un contratto. Vivi alla giornata e non pianificare assolutamente nulla: basta controllare bordi di Power Point! Non fare il gravissimo errore di leggere le mail dei tuoi cari colleghi che, nonostante tu sia in ferie, ancora continuano a subissarti di messaggi incolpandoti di tutte le disgrazie dell’universo: stop ai sensi di colpa inutili!

staccare-la-spina-blog-2

7. HR director

Vorremmo ricordarti che per organizzare una partita di calcetto in spiaggia non è necessario fare una selezione e analizzare i CV di ognuno. Sappiamo che hai un’eccellente visione d’insieme e hai come obiettivo la crescita aziendale e il benessere del personale, ma quest’estate pensa al tuo benessere. Non essere così politically correct come nella vita di tutti i giorni: dai sfogo ai tuoi istinti interiori, niente peli sulla lingua!

8. Digital marketing manager

Stai davvero elaborando una SWOT analysis per scoprire i punti di forza e di debolezza del gelato alla vaniglia? Anche questo fa parte della tua strategia per la vacanza perfetta? Ascolta: tassi di conversione e analisi dei trend dovranno essere solo un vago ricordo. Gli unici competitor che dovrai monitorare saranno coloro che vorranno rubarti il posto al bancone del bar. Ultimo must: niente budget plan in vacanza. Dai fondo a tutti i tuoi risparmi e gli unici obiettivi che dovrai raggiungere non saranno più S.M.A.R.T., ma D.U.M.B.= Daft, Useless, Messy, Boring.

9. CEO

Ok sei tu il capo, l’abbiamo capito. Ok sei un lavoratore stakanovista, è chiaro. E il mestiere del vacanziero non fa proprio per te. Anche se sei sulla cima di Machu Picchu o in un safari in Kenya sarai sempre in grado di dire: «Sono operativo. Facciamo una call con il team per un progress sulle attività da svolgere?». Almeno per una settimana all’anno dimenticati di avere delle responsabilità e non affrontare la valigia come se stessi elaborando una strategia di posizionamento: prendi i primi vestiti che trovi e scappa, senza tornare indietro per il tuo notebook.

[Tweet “Mio caro #CEO sei in #vacanza! Prendi i vestiti e scappa!”]

10. Cliente

Sì ci sei anche te, mio caro cliente. Anche se non lavori in un’agenzia di marketing digitale, sei costantemente nei pensieri di ognuno di noi, sappilo. Per cui anche per te c’è un consiglio: sii umano e ricordati di staccare la spina. Non chiamare il 12 agosto perché improvvisamente hai deciso di anticipare una scadenza di fine settembre a metà agosto, o per riferire che le proposte di logo non vanno più bene perché la tua azienda ha di colpo cambiato nome. Per ogni volta che dirai «Ma dai che ci vuole! È una modifica da un minuto!», ricorda: Roma non è stata costruita in un giorno. Goditi la tua vacanza: al ritorno saranno tutti più felici.

Che la noia sia con voi

Nelle agenzie di marketing digitale si combatte costantemente contro il tempo, contro le scadenze che si avvicinano inesorabili, contro le richieste (a volte) illogiche dei clienti, contro le stime e le previsioni sbagliate: almeno durante le vacanze deponi l’ascia di guerra. Riconnettiti con la realtà e disintossicati dalla solita compulsione di essere eternamente online e operativo. Lasciate che sia il dolce far niente a cullarti senza ansie o programmi prestabiliti; non arrovellarti pensando alla mole di lavoro che ti aspetta al ritorno, ma goditi il presente. Quest’estate mettiti in modalità aereo e imposta lo status su off-line.