Email Marketing: 10 consigli utili

Fare direct email marketing, nel tempo è diventato una professione complessa: l’85% degli utenti ha una email, 90 triliardi email vengono inviate ogni anno nel mondo, ogni persona in Italia riceve circa una decina di mail al giorno. Infatti secondo le ultime ricerche ogni utente e’ iscritto mediamente a 6-7 newsletter, dato che sommato alla sempre maggiore mancanza di tempo scaturisce in una drastica riduzione della soglia di attenzione. Vediamo i 10 comandamenti da osservare per cercare di mantenere il livello di attenzione giusto:

1.Personalizzare le email
Personalizzare non significa solamente intestare la email all’attenzione di un cliente in particolare, ma offrire messaggi rilevanti che interessino e stimolino l’attenzione dell’utente.

2. Quante email al mese?
Aziende che inviano troppe newsletter vengono penalizzate dagli utenti. La buona regola è quella di inviare 2 massimo 3 invii al mese.

3. Evitare email troppo lunghe
Meglio adottare messaggi concisi ma rilevanti, che abbiano ben chiaro il titolo, sottotitolo, bullet point e nel caso di notizie piu’ lunghe links che rimandino a blog o siti web.

4. L’occhio vuole la sua parte
Ricevere una mail graficamente accattivante aumenta sicuramente di gran lunga l’attenzione di chi la apre, cercando di trovare un giusto compromesso con il peso della stessa.

5. Conoscere il proprio target di riferimento
Per offrire messaggi rilevanti occorre capire gli interessi degli utenti che possiamo anche dedurre dai loro comportamenti e da come interagiscono con i nostri messaggi e con il nostro sito web.

6. Includere piu’ contatti
Aggiungere sempre le informazioni aggiuntive di contatto: oltre alla classica email aggiungere il contatto skype, telefono e profili social se esistenti.

7. Rendere facile la cancellazione
Quindi ogni newsletter deve contenere un link per disiscriversi in maniera facile ed immediata.

8.Programmare bene il timing d’invio
Inviare comunicazioni il lunedì o di venerdi’ giorni in cui hanno molte email a quale rispondere potrebbe risultare controproducente.

9. Analizzare e migliorare
“Nulla è migliorabile se non è misurabile.” Dopo aver eseguito l’invio di una newsletter è fondamentale analizzare i dati statistici della stessa e capire il risultato in funzione dell’obiettivo.

10. obiettivi e strategie chiari
L’invio delle campagne email devono sempre avere precisi obiettivi da raggiungere.

Molti utenti cominciano a desiderare ricevere email con offerte geolocalizzate. E molte altre variabili stanno cambiando il modo di concepire il direct email marketing, l’unico modo è quello di rimanere aggiornati e continuare ad analizzare a fondo tutte le statistiche che possiamo estrapolare dalle campagne.